Questo sito utilizza cookie anche di terze parti tecnici, di profilazione e di marketing, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più Cookie Policy. Per visionare l'informativa completa relativa al trattamento dei dati CLICCA QUI Per Continuare la navigazione devi acconsentire all'utilizzo dei cookie.

Scoprire la Sardegna.NET

By SARDINIA PORTAL WWW.SARDINIAPORTAL.COM
Carattere

Barumini

Barumini è un piccolo paese della provincia del Medio Campidano, nella Sardegna meridionale, situato in un’ampia zona pianeggiante della Marmilla, alle pendici della Giara di Gesturi. Confina con i territori di Tuili, Las Plassas, Gesturi, Gergei e Villanovafranca. Barumini possiede un bel centro storico che ancora conserva le antiche case tradizionali celate da possenti e caratteristici portali in legno a forma di arco, accanto al quale si sono sviluppati nuove abitazioni più moderne e confortevoli. Barumini è particolarmente conosciuto per la presenza del famoso complesso nuragico “Su Nuraxi”, uno dei più grandi e belli della Sardegna, vero e proprio simbolo del paese.

Come arrivare a Barumini:

In auto:
- da Cagliari si percorre la SS 131 sino allo svincolo sulla SS 128 per Senorbì. Si prosegue per il bivio di Gergei continuando verso Escolca per poi arrivare a Barumini.
- da Sassari si percorre la SS 131 arrivando allo svincolo per Furtei, per poi arrivare a Barumini.
- da Oristano si percorre la SS 131 arrivando allo svincolo per Furtei, per poi arrivare a Barumini.
- da Nuoro si va in direzione Fonni, proseguendo verso Sorgono, Atzara e Nurallao, per poi arrivare a Barumini.

La Storia:

Il toponimo ha forse un’origine preromana. Il paese ha verosimilmente origini nuragiche così come si evince dalla presenza di "Su Nuraxi" e dal ritrovamento sotto l’antico palazzo degli Zapata dei resti di un nuraghe. Durante il Medioevo Barumini apparteneva alla curatoria di Marmilla, di cui fu anche capoluogo, nel regno giudicale di Arborea; nel 1206 passò per un breve periodo a far parte del regno di Calari. Intorno al 1410 il paese entrò far parte del regno catalano-aragonese di Sardegna e venne occupato da Berengario Carroz, che desiderava divenirne feudatario. Ma Barumini venne invece concesso, insieme ad altri paesi dell’ex curatoria, a Garçia de Ferrera e poi a Guglielmo Raimondo de Moncada. Nel 1458 il feudo venne venduto a Pietro Besalù, che cedette tutti i paesi del feudo tranne Barumini, Las Plassas e Villanovafranca che costituirono la baronia di Las Plassas. Nel 1541 questa fu acquistata da Azore Zapata e rimase in possesso della famiglia fino al suo riscatto avvenuto nel 1839. Barumini fa parte dell’Archidiocesi di Cagliari.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica