Scoprire la Sardegna.NET

By SARDINIA PORTAL WWW.SARDINIAPORTAL.COM
Carattere

Soddi

Soddì é un comune della provincia di Oristano, compreso nella regione storica del Barigadu, nella Sardegna centrale. Confina con i territori di Aidomaggiore, Norbello, Ghilarza, Boroneddu e Tadasuni.
Soddì é situato a circa 250 metri d´altitudine in una splendida posizione panoramica che regala interessanti vedute sul lago Omodeo.

Come arrivare a Soddi:

In auto:

- da Cagliari si percorre la SS 131 in direzione Oristano, proseguendo poi per passando per Solarussa, San Vero Milis e Ghilarza fino ad arrivare a Soddì.

- da Sassari si percorre la SS 131 in direzione Macomer proseguendo per Ghilarza fino ad arrivare a Soddì.

- da Oristano si percorre la SS 131 passando per Tramatza, Bauladu e Paulilatino fino ad arrivare a Soddì.

- da Nuoro si percorre la SS 131 passando per Ottana, Sedilo e Ghilarza fino ad arrivare a Soddì.

La Storia:

Soddi durante il periodo medievale apparteneva alla curatoria di Guilcer, nel Regno giudicale di Arborea. Nel 1378 durante la guerra fra il Regno di Arborea e il Regno di Sardegna, re Pietro il Cerimonioso diede in feudo e l´intera curatoria a Valore de Ligia. Nel 1410 Soddi diventò un paese del Regno catalano-aragonese di Sardegna, mentre nel 1412 la curatoria venne acquisita da Leonardo Cubello. Nel 1470, all´estinzione dei Cubello, Soddi fu acquistato da Salvatore de Alagon a cui fu poi in seguito confiscato per ribellione nei confronti del vicerè. Dopo la battaglia di Macomer Salvatore de Alagon si diede alla fuga, ma venne poi imprigionato a Jativa fino alla sua morte.
Nel 1485 Soddi venne acquisito da Galcerando Requenses e alla sua morte gli eredi lo vendettero a Nicolò Torresani e Pietro Mora. I Torresani, che in seguito ne entrarono in possesso totalmente, lo unirono ai loro possedimenti di Barigadu Jossu, mentre nel 1566 il feudo entrò a far parte della contea di Sedilo e Canales. Soddi venne quindi acquisito da Bernardino Cervellon che lo tenne fino a quando, nel 1725, tornò al Fisco. Nel 1737 Soddi venne acquistato dal canonico Francesco Solinas, che divenne anche marchese. Nel 1786 passò sotto il controllo della famiglia Delitala, a cui rimase fino al riscatto del 1839. Soddi appartiene alla Diocesi di Oristano.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica

 
 
 
 

Nota Bene: Le notizie presenti nel sito hanno carattere e finalità puramente informative. La Sardiniaportal Srl, o chi per lei, non fornisce alcuna garanzia o assicurazione in merito e non è pertanto da considerarsi responsabile per situazioni particolari legate ai prodotti, alle indicazioni progettuali e alle offerte proposte dalle attività promotrici.

 

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti tecnici, di profilazione e di marketing, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più leggi la Cookie Policy.
Per visionare l'informativa completa relativa al trattamento dei dati CLICCA QUI.
Per Continuare la navigazione devi acconsentire all'utilizzo dei cookie cliccando il bottone qui sotto.