Questo sito utilizza cookie anche di terze parti tecnici, di profilazione e di marketing, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più Cookie Policy. Per visionare l'informativa completa relativa al trattamento dei dati CLICCA QUI Per Continuare la navigazione devi acconsentire all'utilizzo dei cookie.

Scoprire la Sardegna.NET

By SARDINIA PORTAL WWW.SARDINIAPORTAL.COM
Carattere

Ales

Ales è un comune della provincia di Oristano, nella regione storica della Marmilla, nella Sardegna occidentale. Confina con i territori di Villaverde, Pau, Santa Giusta, Marrubiu, Morgongiori, Curcuris, Gonnosnò e Usellus. Ales è situato in un territorio di enorme valenza ambientale e naturalistica, ai piedi del Monte Arci. Appartiene al Comune di Ales la piccola frazione di Zeppara.

Come arrivare a Ales:

In auto:
- da Cagliari si percorre la SS 131 passando per Monastir, Nuraminis, Serrenti, Sanluri e Sardara, sino ad arrivare ad Ales.
- da Sassari si percorre la SS 131 in direzione Macomer, proseguendo poi per Santa Giusta, Uras e Masullas fino ad arrivare ad Ales.
- da Oristano si percorre la SS 131 passando per poi per Santa Giusta, Uras e Masullas fino ad arrivare ad Ales.
- da Nuoro si percorre la SS 131 in direzione Oristano, proseguendo poi per Santa Giusta, Uras e Masullas fino ad arrivare ad Ales.

La Storia:

Ales durante il periodo medievale apparteneva alla curatoria di Usellus, nel Regno giudicale di Arborea, diventando capoluogo e sede vescovile.Nel 1410 a causa della guerra fra il Regno di Arborea e il Regno di Sardegna, diventò un paese del Regno catalano aragonese di Sardegna. Venne governato direttamente dalla Corona fino al 1430, quando tutta la curatoria venne concessa a Eleonora Manrique per il suo matrimonio con Berengario Bertran Carroz, entrando quindi a far parte della contea di Quirra. Nel 1503 la Diocesi di Ales-Usellus fu unita alla Diocesi di Terralba. Nel 1511 il feudo passò a Guglielmo Raimondo Centelles, mentre nel 1674 venne acquisito da Francesco Pasquale Borgia. Nel 1726 Ales venne concesso prima ai Català e poi agli Osorio de la Cueva che lo mantennero fino al riscatto del 1838.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica