Questo sito utilizza cookie anche di terze parti tecnici, di profilazione e di marketing, , per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più Cookie Policy. Per visionare l'informativa completa relativa al trattamento dei dati CLICCA QUI Per Continuare la navigazione devi acconsentire all'utilizzo dei cookie.

Scoprire la Sardegna.NET

By SARDINIA PORTAL WWW.SARDINIAPORTAL.COM
Carattere

Domusnovas

Domusnovas è un centro della provincia di Carbonia-Iglesias, nella sub regione del Sulcis, nella Sardegna sud occidentale. Il paese e situato in un bel territorio ricco di corsi d'acqua, alle pendici della splendida montagna del Marganai. Domusnovas è particolarmente conosciuto per la presenza della suggestiva Grotta di San Giovanni, una delle più grandi di tutta l'Europa.

Come arrivare a Domusnovas:

In auto:
- da Cagliari si percorre la SS 130 passando per Assemini e Decimomannu fino ad arrivare a Domusnovas.
- da Sassari si percorre la SS 131 in direzione Oristano, passando poi per Uras, Sardara e Sanluri, si prosegue poi per Samassi e Vallermosa fino ad arrivare a Domusnovas.
- da Oristano si percorre SS 131 passando per Uras, Sardara e Sanluri, si prosegue poi per Samassi e Vallermosa fino ad arrivare a Domusnovas.
- da Nuoro si percorre la SS 131 in direzione Oristano passando per Uras, Sardara e Sanluri, si prosegue poi per Samassi e Vallermosa fino ad arrivare a Domusnovas.

La Storia:

Domusnovas nacque verosimilmente nel 1258, quando con la fine del Regno di Calari, la curatoria di Cixerri andò a far parte dello stato signorile di Ugolino della Gherardesca, conte dei Donoratico. Dal 1331 al 1334 Domusnovas era posto sotto il potere di Raimondo Desvall mentre prima del 1365 fu nominato capitano e potestà Pietro de Milany. A causa della guerra tra il Regno di Sardegna e il Regno di Arborea, tra il 1365 e il 1409 il feudo assunse la fisionomia curatoriale. Più tardi tornò ad essere un paese del Regno di Sardegna e nel 1420 il paese fu dato in feudo a Ludovico Aragall. All'inizio del XVI secolo Domusnovas venne confiscato agli Aragall ma a seguito di una lunga contesa Ludovico Bellit riuscì a farsi riconoscere legittimo erede ed entra in possesso del feudo. Nel 1600 il paese venne acquistato dai Gualbes e nel 1626 dai Brondo. In seguito l'ultima erede dei Brondo, Maria Ludovica Brondo-Crespi sposò il conte Bou de Sumacarcer e il feudo rimase in loro possesso fino al riscatto del 1840. Domusnovas appartiene alla Diocesi di Iglesias.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica