Questo sito utilizza cookie anche di terze parti tecnici, di profilazione e di marketing, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più leggi la Cookie Policy.
Per visionare l'informativa completa relativa al trattamento dei dati CLICCA QUI.
Per Continuare la navigazione devi acconsentire all'utilizzo dei cookie cliccando il bottone qui sotto.

Scoprire la Sardegna.NET

By SARDINIA PORTAL WWW.SARDINIAPORTAL.COM
Carattere

Posada

Posada è un paese della provincia di Nuoro, nella Sardegna nord orientale. Confina con i territori di Budoni, Torpè e Siniscola. Il borgo, dolcemente arroccato ai piedi di una collina calcarea su cui svette il famoso e caratteristico Castello della Fava, conserva un centro storico di epoca medievale fatto di strette viuzze e abitazioni tipiche. Posada possede un incantevole territorio fatto di lunghe spiagge sabbiose che si affacciano su un mare di rara bellezza.

Come arrivare a Posada:

In auto:
- da Cagliari si percorre la SS 131, in direzione Orosei, passando per Oristano e Nuoro sino ad arrivare a Posada.
- da Sassari si percorre la SS 597, passando per Muros, Codrongianus e Ardara, proseguendo per Oschiri, Berchidda e Monti, passando poi per Loiri Porto San Paolo, San Teodoro e Budoni fino ad arrivare a Posada.
- da Oristano si percorre la SS 131 in direzione Nuoro, proseguendo per Siniscola fino ad arrivare a Posada.
- da Nuoro si percorre la SS 131 in direzione Siniscola, fino ad arrivare a Posada.

La Storia:

Posada durante il Medioevo apparteneva all'omonima curatoria, nel regno giudicale di Gallura, di cui fu anche capoluogo. Nel 1288 entrò a far parte della Repubblica di Pisa e nel 1324, diventato un paese del Regno di Sardegna venne concesso in feudo a Berengario Vilademany e poi, alla sua morte, a Berengario San Vincent. Nel 1346 il feudo gli venne confiscato e donato alla cognata Francesca Inserigo, che però lo cedette a Pietro de So. Nel 1362 Posada passò a Berengario Bados e nel 1363 a Oliviero Cogorres che però morì dopo pochi mesi. Nel 1365, a causa della guerra tra il Regno di Sardegna e il Regno di Arborea, Posada assunse la fisionomia curatoriale arborense, fino al 1409 quando tornò in possesso del Regno di Sardegna. Nel 1413 il paese venne concesso a Sancio de Hermo e nel 1431 venne acquisito da Niccolò Carroz. Passò poi alla figlia Stefania che nel 1503 lo donò agli ospedali di Saragozza e Barcellona. Questi nel 1562 lo vendettero a Gerolamo Clement che lo cedette a sua volta a Cristoforo Portugues; il paese passò poi sotto il controllo di Marianna Truxillo, dei Masons e infine dei Nin che lo mantennero fino al riscatto del 1839. Posada appartiene alla Diocesi di Nuoro.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica