Questo sito utilizza cookie anche di terze parti tecnici, di profilazione e di marketing, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più Cookie Policy. Per visionare l'informativa completa relativa al trattamento dei dati CLICCA QUI Per Continuare la navigazione devi acconsentire all'utilizzo dei cookie.

Scoprire la Sardegna.NET

By SARDINIA PORTAL WWW.SARDINIAPORTAL.COM
Carattere

Noragugume

Noragugume è un piccolo paese della provincia di Nuoro, nella sub regione del Marghine, nella Sardegna centrale. Confina con i territori di Bolotana, Silanus, Dualchi, Sedilo e Ottana. Noragugume è situato in un territorio prevalentemente collinare, a circa 310 metri d'altezza, cinto dalle imponenti cime del Gennargentu e dalla catena del Marghine.

Come arrivare a Noragugume:

In auto:
da Cagliari si percorre la SS 131 in direzione Oristano, passando poi per Paulilatino. Ghilarza, e Sedilo fino ad arrivare a Noragugume;
da Sassari si percorre la SS 131 in direzione Macomer, passando per Birori, fino ad arrivare a Noragugume.
da Oristano si percorre la SS 131 passando per Paulilatino, Ghilarza e Norbello, proseguendo verso Sedilo fino ad arrivare a Noragugume.
da Nuoro si percorre la SS 131 passando per Ottana e Sedilo fino ad arrivare a Noragugume.

La Storia:

Durante il Medioevo e sino al 1272 Noragugume apparteneva alla curatoria del Marghine, nel Regno Giudicale di Torres. Al termine di questo stato, dopo una contesa per il suo possesso, entrò a far parte del Regno di Arborea. Nel 1378 Pietro il Cerimonioso, re del Regno di Sardegno, assegnò Noragugume a Valore de Ligia, anche se di fatto il feudo continuò a essere sotto il controllo del Regno di Arborea. Nel 1420, con la fine di questo regno, diventò un paese del Regno di Sardegna e nel 1421 venne concesso in feudo a Bernardo Centelles. Nel 1439 Noragugume venne ceduto a Salvatore Cubello che in seguito lo inglobò nel marchesato di Oristano. Nel 1470, estinti i Cubello, e fino al 1477, passò a Leonardo de Alagon. Nel 1478 il feudo ritornò sotto il controllo dei Centelles, che lo mantennero fino 1843, anno del suo riscatto. Noragugume appartiene alla Diocesi di Alghero-Bosa.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica