Questo sito utilizza cookie anche di terze parti tecnici, di profilazione e di marketing, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più leggi la Cookie Policy.
Per visionare l'informativa completa relativa al trattamento dei dati CLICCA QUI.
Per Continuare la navigazione devi acconsentire all'utilizzo dei cookie cliccando il bottone qui sotto.

Scoprire la Sardegna.NET

By SARDINIA PORTAL WWW.SARDINIAPORTAL.COM
Carattere

Sorgono

Sorgono è un paese della provincia di Nuoro, nella subregione del Mandrolisai, nella Sardegna centrale. Confina con i territori di Austis, Ortueri, Samugheo, Atzara, Tonara e Tiana. Il centro, dolcemente adagiato a circa 700 metri d'altezza, possiede un territorio prevalentemente montuoso coperto da una rigogliosa vegetazione di lecci, castagni, querce e noccioli.Sorgono coserva un grazioso centro storico, in cui ancora si possono ammirare antiche abitazioni in stile aragonese.

Come arrivare a Sorgono:

In auto:
- da Cagliari si percorre la SS 131 sino allo svincolo Sanluri, ci si immette nella SS 128 passando per Villamar e Laconi per poi arrivare a Sorgono.
- da Sassari si percorre la SS 131 in direzione Macomer, passando per Borore,Abbasanta e Ghilarza sino ad arrivare a Sorgono.
- da Oristano si percorre la SP 33 passando Simaxis e Siapiccia, proseguendo per Allai, Samugheo e Atzara fino ad arrivare a Sorgono.
- da Nuoro si procede lungo la SS 389 in direzione Fonni, proseguendo per Ovodda,Tiana e Tonara fino ad arrivare a Sorgono.

La Storia:

Durante il Medioevo Sorgono faceva parte della curatoria di Mandrolisai nel regno giudicale di Arborea. Nel 1324 venne formato il Regno catalano-aragonese di Sardegna, dapprima alleato e poi avversario del Regno di Arborea. Nel 1410 quando questo regno venne decurtato per guerra, Sorgono continuò a farne parte fino alla sua fine di diritto avvenuta nel 1420. A partire da questa data Sorgono entrò a far parte del Regno catalano-aragonese di Sardegna e venne concesso in feudo a Giovanni Deana. In seguito passò a Leonardo Cubello, entrando a far parte del marchesato di Oristano. Nel 1470, all'estinzione dei Cubello, il feudo andò a Leonardo de Alagon a cui fu però confiscato nel 1477 a causa della sua ribellione verso il potere dei viceré. Nel 1480 Sorgono venne inglobato nel Patrimonio Regio, dipendendo pertanto direttamente dalla Corona. Nel 1716 venne concesso all’arciduca Giovanni Valentino, poi a Giuseppa Valentino e Paolo Spano fino al suo riscatto avvenuto nel 1839. Sorgono appartiene all’Archidiocesi di Oristano.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica