Questo sito utilizza cookie anche di terze parti tecnici, di profilazione e di marketing, , per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più Cookie Policy. Per visionare l'informativa completa relativa al trattamento dei dati CLICCA QUI Per Continuare la navigazione devi acconsentire all'utilizzo dei cookie.

Scoprire la Sardegna.NET

By SARDINIA PORTAL WWW.SARDINIAPORTAL.COM
Carattere

Triei

Triei è un piccolo paese dell’Ogliastra, situato nella costa centro orientale della Sardegna. Confina con i territori di Baunei, Urzulei, Talana e Lotzorai. Il centro, disteso su dolci colline che digradano in una ampia e fertile zona pianeggiante, è immerso in una splendida e incontaminata vegetazione di lecci, ginepri, carrubi e olivastri. Il florido sottobosco è costituito da piante tipiche della profumata macchia mediterranea intercalate da incantevoli distese di colorate ginestre. Il territorio è arricchito da numerosi e limpidi corsi d’acqua che sgorgano poi nelle varie sorgenti della zona. Il paese, abbellito da splendidi e caratteristici murales, conserva ancora una bel centro storico, con strette vie e antiche case tradizionali. Il comune di Triei comprende anche la piccola frazione di Ardali.

Come arrivare a Triei:

In auto: - da Cagliari si percorre la SS 125 sino allo svincolo per Tortolì poi si prosegue per Lotzorai, fino allo svincolo per arrivare a Triei. - da Sassari si percorre la SS 131 arrivando allo svincolo della SS 537 per Nuoro, proseguendo lungo la SS 389 direzione Villagrande Strisaili, continuando verso Tortolì fino ad arrivare a Lotzorai e allo svincolo per Triei. - da Oristano si percorre la SS 131 arrivando allo svincolo della SS 537 per Nuoro, proseguendo lungo la SS 389 direzione Villagrande Strisaili, continuando verso Tortolì fino ad arrivare a Lotzorai e allo svincolo per Triei. - da Nuoro si percorre la S.S. 389 direzione Villagrande Strisaili, continuando verso Tortolì fino ad arrivare a Lotzorai e allo svincolo per Triei.

La Storia:

Triei durante il Medioevo faceva parte della curatoria d'Ogliastra, nel regno giudicale di Calari. Nel 1258, con la tripartizione del Giudicato, il paese entrò a far parte del Regno di Gallura, e nel 1288 divenne un possedimento coloniale oltremarino della Repubblica di Pisa. Dal 1324 diventò un paese del Regno catalano-aragonese di Sardegna. Venne poi concesso in feudo al conte di Quirra Berengario Carroz. A causa della guerra tra il Regno di Sardegna e il Regno di Arborea, dal 1361 al 1409 Triei assunse la fisionomia curatoriale arborense. Il paese e l’intero feudo tornò quindi ad appartenere al Regno di Sardegna, ma continuò a rimanere ai Carroz. Ultima erede fu Violante, morta nel 1511, che lo lasciò ai Centelles, che nel 1604 divennero marchesi di Quirra. Nel 1674, estinti i Centelles il feudo passò all'erede designato Francesco Pasquale Borgia. Dopo una lunga lite giudiziaria, nel 1726 i Català ne entrarono in possesso fino al 1801, quando passò agli Osorio de la Cueva. Il paese venne riscattato il 1° aprile 1840. Nel 1960 venne aggregata al paese la piccola frazione di Ardali. Triei fece parte della Diocesi di Suelli che fu soppressa, e nel 1420 aggregata all'Archidiocesi di Cagliari; dal 1824 fa parte della Diocesi d’Ogliastra.

 

Multimedia

Vedi la Galleria Fotografica