Questo sito utilizza cookie anche di terze parti tecnici, di profilazione e di marketing, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più leggi la Cookie Policy.
Per visionare l'informativa completa relativa al trattamento dei dati CLICCA QUI.
Per Continuare la navigazione devi acconsentire all'utilizzo dei cookie cliccando il bottone qui sotto.
Prima di installare una nuova applicazione è meglio leggere attentamente le condizioni di utilizzo
foto
Nell´era dei social network e degli smartphone ogni giorno vengono prodotte migliaia di applicazioni che poi vengono scaricate e utilizzate dalla stragrande maggioranza degli utenti.
Si pensi ad esempio a una delle ultime applicazioni “FaceApp”, che è stata scaricata e utilizzata da milioni di utenti, di cui ancora oggi risultano poco chiare le procedure di utilizzo e di conservazione dei diversi dati che ogni utente invia. Sicuramente è un applicazione molto simpatica che consente utilizzando una foto (della vostra persona), che mettete a disposizione, di generare una nuova foto in cui appare la vostra immagine invecchiata. Nei primi giorni in cui è stato possibile scaricare l´app ci fu un vero boom di click grazie anche all´utilizzo della medesima da parte di vip e influencer che si sono divertiti a postare nei social la loro immagine “da vecchi” e sono stati immediatamente imitati dai milioni di fan che li seguono.
In pochi si sono preoccupati di leggere le condizioni di utilizzo e verificare la congruità del trattamento e della conservazione, rispetto alla normativa privacy (Regolamento Europeo 2016/679), di un dato personale come la propria foto. Infatti gli sviluppatori sono stati poco chiari a riguardo; situazione che gli espone alla violazione della suddetta legge. Quella di FaceApp è una delle tante situazioni in cui è probabile imbattersi, se non si sta attenti ai diversi privilegi che si concedono, quando si installa e utilizza una nuova app. E´ consigliato verificare oltre alle diverse condizioni di utilizzo, in particolare quelle relative alla privacy, anche i diversi privilegi che si concedono all´app; ad esempio la possibilità di utilizzare fotocamera, gps, galleria immagini, conversazioni basate su sms, etc. Qualora si utilizzasse il proprio dispositivo per trattare dati di soggetti terzi è opportuno sempre verificare il grado di sicurezza fornito dalle diverse applicazioni presenti nello smartphone e evitare di installare applicazioni di provenienza dubbia e le cui condizioni di utilizzo risultino poco chiare.
 

 

Nota Bene: Le notizie presenti nel sito hanno carattere e finalità puramente informative. La Sardiniaportal Srl, o chi per lei, non fornisce alcuna garanzia o assicurazione in merito e non è pertanto da considerarsi responsabile per situazioni particolari legate alle indicazioni progettuali e alle offerte proposte dalle attività promotrici.